Concordato preventivo: si al soddisfacimento parziale dei crediti privilegiati

News Fisco - Studio Venturin Padova
La donazione ai figli con contestuale rivendita a terzi non basta per provare l’intento elusivo
1 Luglio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Conte: a breve riforma fiscale e anche dell’IVA
1 Luglio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

In tema di concordato preventivo, a norma dell’art. 160 comma 2 legge Fallimentare, il soddisfacimento parziale dei creditori muniti di privilegio generale può trovare fondamento parziale e giustificativo solo nell’incapienza del patrimonio mobiliare del debitore, e contestuale presenza di beni immobili o di liquidità estranee al patrimonio del debitore stesso. A chiarirlo è la Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 10884/2020.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti