Compensi reversibili del dipendente: alla società il credito per le imposte pagate all’estero

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Fondo indennizzo risparmiatori (FIR): le modalità di accesso alle prestazioni
11 Giugno 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova
Doppia imposizione: via libera al protocollo di modifica della convenzione Italia-Ecuador
12 Giugno 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Nel caso di compensi reversibili assoggettati a tassazione in capo al lavoratore in un Paese estero, il credito per le imposte estere spetta alla società italiana a cui il dipendente riversa il compenso. È questa la conclusione dell’Agenzia delle Entrate, formulata nella risposta ad interpello n. 167 del 2019 sulla richiesta di chiarimenti in merito al corretto trattamento fiscale da applicare al compenso ricevuto da un dipendente di una società italiana per l’incarico svolto come consigliere d’amministrazione di una società fiscalmente residente in Spagna. La soluzione proposta dall’Amministrazione finanziaria presuppone che la società italiana dichiari il compenso al lordo della ritenuta operata nello Stato straniero.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti