Compensazioni escluse nell’accollo dei debiti tributari. Con quali sanzioni

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Prestazioni di sostegno al reddito indebite: come procedere al recupero delle somme
25 Febbraio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Coronavirus: smart working fino al 15 marzo per 6 Regioni
26 Febbraio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Il decreto fiscale 2020 è intervenuto sulla disciplina dell’accollo fiscale, sancendo, in particolare, il divieto di compensazione dei debiti tributari del soggetto accollato con eventuali crediti dell’accollante. Viene, quindi, esclusa normativamente la possibilità che il debito oggetto di accollo possa essere estinto indicandolo nel modello F24 dei crediti erariali di spettanza dell’accollante. La violazione del divieto viene qualificata come indebita compensazione ed è prevista l’irrogazione di sanzioni sia in capo all’accollante che all’accollato. In particolare, relativamente al recupero di imposta e interessi in capo all’accollato, l’accollante è coobbligato in solido.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti