Codice della crisi d’impresa: le novità del decreto correttivo. Cosa cambia per i professionisti

News Fisco - Studio Venturin Padova
Cessioni a catena: a quale operazione attribuire la non imponibilità IVA
17 Ottobre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Coronavirus: in vigore nuove misure restrittive
19 Ottobre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Termina l’attesa per il decreto correttivo al Codice della crisi d’impresa. Durante la seduta del Consiglio dei Ministri, del 18 ottobre, è stato approvato il testo definitivo che introduce significative novità per i professionisti. Si prevede che, a regime, l’ammissione all’albo dei gestori della crisi sia consentita per gli iscritti agli ordini degli avvocati, dei dottori commercialisti e dei consulenti del lavoro, previa specifica attività formativa in materia di crisi d’impresa, e mediante la frequenza di corsi di durata non inferiore a quaranta ore e non più di duecento previste nella stesura originaria del Codice. Novità anche per l’ammissione e il funzionamento dell’OCRI, l’organismo di composizione della crisi d'impresa.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti