CIGS e assegno di ricollocazione: assunzioni premiate con lo sgravio contributivo

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
INPS e INAIL, nuova governance per gli Enti in attesa di un “traghettatore”
2 Marzo 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Pace contributiva: dall’INPS il modello per fare domanda
4 Marzo 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

I datori di lavoro che assumono lavoratori licenziati da imprese in crisi e impegnati in percorsi di ricollocazione possono fruire dell’esonero dal versamento del 50 per cento dei contributi previdenziali, nel limite massimo di importo pari a 4.030 euro su base annua e per una durata variabile a seconda del tipo di impiego. Il lavoratore invece beneficia dell’esenzione dal reddito imponibile ai fini IRPEF delle somme percepite in dipendenza della cessazione del rapporto di lavoro, entro il limite massimo di 9 mensilità della retribuzione.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti