CIG in deroga o licenziamento: quale è la scelta più conveniente per le imprese in crisi

Al via la stagione delle semestrali americane. E dall’Istat arrivano i prezzi al consumo
Al via la stagione delle semestrali americane. E dall’Istat arrivano i prezzi al consumo
12 Luglio 2021
Versamenti ISA, contratti a termine, fondo perduto e incentivi auto: le ultime novità del Sostegni bis
Versamenti ISA, contratti a termine, fondo perduto e incentivi auto: le ultime novità del Sostegni bis
12 Luglio 2021
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Il decreto imprese e lavoro, entrato in vigore il 30 giugno 2021, ha dato nuovo respiro alle aziende che permangono in una condizione di difficoltà e hanno individuato esuberi in organico, proprio al fine di scongiurare ulteriormente il ricorso al licenziamento, sia esso individuale o collettivo. La possibilità di usufruire di ulteriori 13 settimane di cassa integrazione straordinaria in deroga impone tuttavia, ai datori di lavoro che la richiedono, l’obbligo di rispettare il divieto di licenziamento fino al 31 dicembre 2021. Alla luce dell’attuale normativa, quale è la soluzione più conveniente in termini di costo del lavoro per le imprese che fronteggiano situazioni di crisi a lungo termine?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti