CCNL, tassazione separata per le somme “una tantum” per compensare il periodo di vacatio contrattuale

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Aziende sequestrate o confiscate: regole di intervento del Fondo di Garanzia
17 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Deposito fiscale e immissione in consumo: l’esigibilità dell’IVA
17 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Nell’ambito di un CCNL, nell’ipotesi di erogazione di una somma "una tantum ", volta a compensare i mancati incrementi dei minimi contrattuali riferibili al periodo di vacatio contrattuale è ravvisabile una causa di carattere giuridico che consente l'applicazione della tassazione separata. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 367 del 17 settembre 2020. La tassazione separata costituisce una modalità di tassazione del reddito di lavoro dipendente, finalizzata ad evitare che, nei casi di redditi percepiti con ritardo rispetto alla loro maturazione, avvenuta in periodi d'imposta precedenti, il sistema della progressività delle aliquote possa determinare un pregiudizio per il contribuente.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti