Brexit: IVA con identificazione diretta anche per i soggetti passivi stabiliti nel Regno Unito

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Decreto Milleproroghe: accolta la moratoria dei termini CIG voluta dai Consulenti del Lavoro
1 Febbraio 2021
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Processi aziendali: come integrare dati, informazioni e strategie
2 Febbraio 2021
News Fisco - Studio Venturin Padova

I soggetti passivi stabiliti nel Regno Unito possono accedere all’istituto dell’identificazione diretta al fine di assolvere gli obblighi ed esercitare i diritti in materia di IVA in Italia, in alternativa alla nomina di un rappresentate fiscale. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 7 dell’1 febbraio 2021 con cui ha specificato che gli operatori del Regno Unito che già dispongono in Italia di un rappresentante fiscale IVA o di un identificativo IVA, nominato o rilasciato antecedentemente al 1° gennaio 2021, possono continuare ad avvalersene per le operazioni interne.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti