Beni-merce: esenzione IMU con dichiarazione cartacea o telematica

Scadenzario Fiscale
10 Novembre 2020: Caf o professionista abilitato: trasmissione dati 730/2020 e modelli 730-4 integrativi
10 Novembre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Nuovo congedo retribuito per i dipendenti e bonus baby sitter per le partite IVA
10 Novembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Ai fini dell’esenzione IMU dei beni merce delle imprese costruttrici, vigente fino al 2019, è indifferente la modalità di trasmissione della dichiarazione, cartacea o telematica. La precisazione è contenuta nella risoluzione n. 7/DF del 2020 del Dipartimento delle Finanza del MEF. L’esonero spetta a condizione che il contribuente ne faccia richiesta in dichiarazione, a pena di decadenza. Con la riforma dell’IMU approvata con la legge di Bilancio 2020, peraltro, per fruire dell’esenzione IMU prevista, a decorrere dal 2022, a favore degli immobili merce, l’attestazione in dichiarazione del possesso dei requisiti non è più posta a pena di decadenza. Pertanto, in caso di omissione, l’esonero compete comunque, in presenza delle condizioni normative, salva l’applicazione della sanzione residuale di 50 euro.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti