Albo gestori della crisi d’impresa: iscrizione con obblighi formativi meno stringenti. Ma non per tutti

News Fisco - Studio Venturin Padova
Autonomi e imprenditori in forfetario: agevolazioni previdenziali o pregiudizio pensionistico?
22 Febbraio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Tim convoca il board per Open Fiber. Banche, Unicredit alla trattativa esuberi
24 Febbraio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Novità per i professionisti dal decreto correttivo al Codice della crisi d’impresa. A regime, l’iscrizione all’albo dei gestori della crisi sarà possibile per gli iscritti agli ordini degli avvocati e dei dottori commercialisti e degli esperti contabili previa attività formativa. La formazione obbligatoria prevede la partecipazione a corsi sui temi della crisi d’impresa di durata non inferiore a quaranta ore (il numero di ore è stato così ridotto in quanto, nella versione originaria, il correttivo stabiliva il limite di duecento). Questa deroga formativa non è stata estesa, tuttavia, ai consulenti del lavoro. Il provvedimento prevede inoltre delle novità per la nomina dei componenti del collegio dell’Organismo di composizione della crisi d'impresa – OCRI.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti