Accordo sindacale per “superare” il divieto di licenziamento: vantaggi e costi per le aziende

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Contratti pubblici: le linee guida dell’Autorità Nazionale Anticorruzione
10 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
I commercialisti decidono la revoca dello sciopero
11 Settembre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Ovviando al divieto di licenziamento, aziende e lavoratori possono accordarsi sull’adesione a un piano incentivato per l’uscita anticipata sulla base di un accordo collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale, con esclusione (salvo modifiche in sede di conversione del decreto Agosto) delle RSU e delle RSA. I lavoratori interessati all’esodo fruiscono dell’indennità di disoccupazione per la quale i datori di lavoro dovranno pagare il contributo di ingresso alla NASpI che, per un dipendente con un’anzianità pari o superiore a 36 mesi, arriva, nel 2020, a 1.509,87 euro, pur se il rapporto a tempo indeterminato si è svolto a tempo parziale.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti