Accordo collettivo aziendale e contratto di prossimità: pro e contro per i datori di lavoro

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Agevolazioni occupazione disabili: nuove risorse dai contributi di esonero
1 Ottobre 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova
Sciopero commercialisti: al via un tavolo tecnico sugli ISA
2 Ottobre 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Le aziende possono ovviare alle limitazioni poste dal decreto Dignità al contratto a tempo determinato in due modi: stipulando un contratto collettivo aziendale ordinario o un contratto di prossimità. Con l’accordo aziendale di secondo livello si gestisce il rapporto di lavoro disciplinando una materia non regolamentata dalla legge e dalla contrattazione collettiva nazionale o su delega della legge, oppure migliorando, per il lavoratore, una regola già prevista, in via esclusiva, dalla legge. Il contratto di prossimità può derogare alle disposizioni di legge ed alle relative regolamentazioni contenute nei contratti collettivi nazionali di lavoro, anche in via peggiorativa per il lavoratore, ma a quali condizioni?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti