Accertamento analitico induttivo: il giudice non può applicare un criterio equitativo

News Fisco - Studio Venturin Padova
Imposta municipale immobiliare (IMI) Bolzano: istituiti i codici tributo
14 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Prova delle cessioni intraUE: nuove regole con (limitato) effetto retroattivo
15 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Nei giudizi estimatori il Giudice tributario non può avvalersi del criterio equitativo e ridurre, senza specificarne le motivazioni, il ricarico applicato in sede di accertamento induttivo, al reddito realizzato mediante la vendita di differenti prodotti, sulla base di una media matematica. Questi, infatti, è chiamato ad individuare ed illustrare nella motivazione le disposizioni normative poste alla base della conclusione raggiunta, nonché a verificare la corretta applicazione della media ponderale, a fronte della notevole differenza dei prodotti venduti. A chiarirlo è la Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 8926 depositata il 14 maggio 2020.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti