Accertamenti: il distanziamento tributario tra l’emissione dell’atto e la sua notifica

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Riscatto pensione: aggiornati i criteri per la domanda
14 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Depositari autorizzati: l’invio telematico dei dati degli scontrini dei rifornimenti diretti
15 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Nel periodo dell’emergenza Covid-19 mancava solo il distanziamento tributario tra l’emissione dell’atto di accertamento e la sua notifica. Il decreto Rilancio prevede infatti il “rilancio” della proroga dei termini di decadenza delle annualità d’imposta in scadenza a fine 2020. In particolare, sarà possibile notificare, nello iato temporale compreso tra il 1 °gennaio e il 31 dicembre 2021, gli atti di accertamento, contestazione, irrogazione sanzioni, recupero dei crediti di imposta, liquidazione e rettifica e liquidazione in scadenza entro fine 2020. Stessa sorte per le comunicazioni di irregolarità. Pertanto, gli atti verranno emessi nei termini decadenziali, ovvero entro il 31 dicembre 2020, ma notificati poi con "calma" entro la fine del 2021. Con quali conseguenze?Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti